Si è svolta la II° giornata dedicata ai genitori degli angeli

Ieri sera venerdì 10 Novembre 2017 nella Chiesa San Vito Martire in Cammarata, assieme ai genitori di 24 angeli dei nostri due comuni, oltre a Casteltermini, Acquaviva Platani, Castronovo di Sicilia, abbiamo condiviso un momento di speranza con tanta serenità, pur immersi ciascuno nel proprio dolore.

Durante la celebrazione si è voluto dare un segno, attraverso l’accensione delle candeline e la consegna di una rosa bianca portata ai piedi della madonnina dai genitori, pronunciando il nome dei propri figli.

Un gesto simbolico, forte e carico di speranza, fatto davanti alla mamma che più di tutte ha patito la sofferenza per le atrocità subite dal figlio, che rimase impassibile portando con se la sua croce, consapevole che non era quella la fine ultima del proprio figlio, ma la certezza della sua resurrezione ed il raggiungimento del suo benessere supremo.

Spero sia questo il messaggio sublime da portare nei propri cuori, non soltanto il dolore, assieme alla certezza della loro presenza non più materiale, terrena, ma in altra forma.

I nostri angeli attraverso i segni ci danno la forza di andare avanti ed insieme ai tanti santi che ci hanno preceduto ci indicano la via maestra, spero tutto ciò abbia lasciato in ognuno di noi un momento di riflessione personale.

Grazie  a quanti si sono prodigati per la riuscita di questo profondo momento di riflessione, dai singoli componenti del magnifico coro di San Vito, al parroco Mons. Russotto sempre disponibile ad accogliere le novità, ai tanti amici presenti e qualcuno/a in particolare che mi tengo nel cuore per tutto ciò che abbiamo condiviso.

Grazie per la serenità che ci avete trasmesso, con i vostri occhi lucidi, gli abbracci….. i sorrisi….. le parole…. e tanto altre cose belle e buone!!!….. vi tengo tutti custoditi gelosamente nel mio cuore…..

Un ringraziamento particolare va a tutti i genitori, per aver condiviso con noi questa idea nata già lo scorso anno in maniera spontanea, siete voi la vera speranza, per continuare almeno una volta l’anno a condividere con i nostri angeli un momento forte ma carico di serenità interiore.

Grazie a quei genitori che non erano presenti fisicamente , ma che sono sicuro lo erano spiritualmente, per il legame “angelico” che ci unisce con la madonnina, ho portato nel mio cuore anche il vostro dolore, affidato a chi più di me sa cosa significa perdere un figlio, vi assicuro non ho lasciato nessuno fuori dai miei pensieri.

L’auspicio è che tutto ciò serva a non farci sentire soli, abbandonati al nostro dolore, ma anzi ci consenta di intravedere un filo di luce in ognuno di noi sperando cresca sempre di più.

 

dav
dav

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *